La Granvillaise

BISQUINE di GRANVILLE


 English text

Le Bisquine : un patrimonio

Fino agli anni 40, prima della comparsa del motore, le bisquine erano barche da pesca tipiche della baia del Mont St Michel. Queste barche pescavano a traino, ma le più grandi dragavano i banchi di ostriche della baia, il che richiedeva molta potenza e/c10 spiega le grandi superfici veliche. Due o tre volte l’anno, verso la metà del XIX secolo, le bisquine di Granville si sfidavano in regata con quelle di Cancale. In tali occasioni erano equipaggiate con un terzo piano di vele : i “rikiki” o “perroquets”. Queste regate, molto apprezzate dal pubblico, hanno avuto come diretta conseguenza un metto miglioramento delle bisquine ; si trattava di vincere per l’onore di una regione, di un porto, di un equipaggio. In più i premi erano consistenti...! Nel 1899 l’architetto navale Luis Julienne costruiva, nel suo cantiere di Granville, la bisquine “Rose-Marie”, della quale si sono conservati i disegni originali messi a disposizione del l’Associazone del Vieux Gréements Granvillais (A.V.G.G) dal sig. Julienne, nipote del costruttore. (Leggere l’articolo “Le Bisquines” di Marie-Noëlle Hervé, pubblicato su “Le Monde”.


La Granvillaise
La Cancalaise


Rinascita di una bisquine : La Granvillaise G90

Dopo il varo della Cancalaise nel 1987, non sembrava possibile a molti Granvillesi lasciarre che navigasse, sola nella baia, una bisquine “di quelli di fronte”. In seguito ad un importante studio tecnico e finaziaro, eseguito efficacemente dal sig. Daniel Denis dell’A.V.G.G, la costruzione comincia il 17 Dicembre 1988 nei cantieri Anfray a Granville. Il cantiere, i volontari dell’ Assocazione e dei rappresentanti del settore della pesca di Granville forniscono le rifiniture, verniciatura, alberatura e realizzazione delle manovre e mobili. La Granvillaise è stata varata alla presenza du una folla numerosa, il 15 Aprile 1990 alle ore 10e48, con l’alta marea.


La Navigazione

La G90 naviga dalla primavera all’autunno, per più di cento giorni all’anno. L’A.V.G.G., proprietaria del battelo, gestisce il suo funziomamento. Due marinai professionali, uno skipper e un secondo, sono stipendiati dall’Associazione e garantiscono un ottima accoglienza a bordo iniziando il publico alle manovre, con uscite in mare di un giorno o per crociere più lunghe. L’equipaggio i attende a bordo per farvi conoscere al meglio questo testimone vivente e appassionante di un vicino passato che ha rischiato di scomparire. Scoprire la navigazione a vela “all antica” e apprezzare la bellezza delle nostre coste e isole, o delle isole anglo-normanne...è quello che vipropone La Granvillaise, battello di una regione volta al mare, di un porto ricco di un passato marittimo e dell’esperienza dei Granvillesi.


Caratteristiche : Della barca da pesca più “velata di Francia”

 

 

Lunghezza scafo :

18,28 m

Superficie velatura da pesca :

293 m2

Larghessa scafo :

4,76 m

Pescaggio :

2,75m

Lunghessa totale :

32,30 m

Superficie velatura da regata

340 m2

Motore Baudouin :

70 Cv

Stazza :

55 Tonnes

 


Contatti

Associazione dei Vieux Gréements Granvillais
43 Bd des Amiraux
50400 GRANVILLE Francia

Tel : +33 2 33 90 07 51 e-mail : avgg@wanadoo.fr

 

L’A.V.G.G i propone inoltre la navigazione su altri 3 batteli tradizionali in partenza da Granville.